• solutionlabsrl

CASSETTA DI PRIMO SOCCORSO


La cassetta di pronto soccorso è un prodotto medicale rivolto però non solo ai medici; il kit di primo soccorso infatti è un elemento essenziale per tutte le aziende in quando si tratta di una dotazione obbligatoria e regolata da una normativa ministeriale, il D.M.388/03. Il contenuto della cassetta di primo soccorso è anch’esso regolato con dei requisiti minimi necessari a garantire la sicurezza nell’ambiente lavorativo.

Che cosa dice la normativa sulla cassetta di pronto soccorso?

Il D.M.388/03 indica qual è il contenuto minimo della cassetta di pronto soccorso e del pacchetto di medicazione e divide le aziende in tre tipologie (A,B e C) in base al numero di lavoratori e ai fattori di rischio delle attività. La responsabilità della cassetta del pronto soccorso e della sua predisposizione così come della scelta del medico competente che aiuterà a valutare i fattori di rischio e a scegliere eventuali integrazioni, è nelle mani del datore di lavoro.

La normativa divide le aziende e le attività nei seguenti gruppi:

Gruppo A:

  • Aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica, di cui all’articolo 2, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, aziende estrattive ed altre attività minerarie definite dal decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624, lavori in sotterraneo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 320, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;

  • Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno. Le predette statistiche nazionali INAIL sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale;

  • Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

Gruppo B:

  • aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.


Gruppo C:

  • aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A. Per le aziende del gruppo A e B è necessaria la presenza della cassetta di pronto soccorso, una segnaletica che ne indichi la collocazione e inoltre è necessario che l’azienda indichi e istruisca all’interno del personale un addetto al primo soccorso che si occupi di controllare la completezza e il buono stato della cassetta. Per le aziende di gruppo C invece il datore di lavoro deve garantire la presenza del pacchetto di medicazione.

Che cosa deve contenere la cassetta di pronto soccorso? La cassetta di primo soccorso aziendale deve avere un contenuto minimo regolato e indicato dalla normativa ministeriale. Ecco cosa deve essere presente nelle cassette di pronto soccorso e nel pacchetto di medicazione:

Contenuto minimo della cassetta pronto soccorso:

  • 5 paia di guanti sterili monouso

  • Visiera paraschizzi

  • Un flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 1 litro

  • 3 flaconi di soluzione fisiologica (sodio cloruro – 0, 9%) da 500 ml

  • 10 compresse di garza sterile 10 x 10 in buste singole

  • 2 compresse di garza sterile 18 x 40 in buste singole

  • 2 teli sterili monouso

  • 2 pinzette da medicazione sterili monouso

  • Una confezione di rete elastica di misura media

  • Una confezione di cotone idrofilo

  • 2 confezioni di cerotti di varie misure pronti all’uso

  • 2 rotoli di cerotto alto 2,5 cm

  • Un paio di forbici

  • 3 lacci emostatici

  • 2 confezioni di ghiaccio pronto uso

  • 2 sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari

  • Termometro

  • Apparecchio per la misurazione della pressione arteriosa.


Contenuto minimo del pacchetto di medicazione:

  • 2 paia di guanti sterili monouso

  • Un flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 125 ml

  • Un flacone di soluzione fisiologica (sodio cloruro 0,9%) da 250 ml

  • Compresse di garza sterile 18 x 40 in buste singole

  • 3 compresse di garza sterile 10 x 10 in buste singole

  • Pinzette da medicazione sterili monouso

  • Una confezione di cotone idrofilo

  • Una confezione di cerotti di varie misure pronti all’uso

  • Un rotolo di cerotto alto 2,5 cm

  • Un rotolo di benda orlata alta da 10 cm

  • Un paio di forbici

  • Un laccio emostatico

  • Una confezione di ghiaccio pronto uso

  • Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari

  • Istruzioni sul modo di usare i presidi suddetti e di prestare i primi soccorsi in attesa del servizio di emergenza.


Se hai necessità di una consulenza gratuita, inviaci una email o chiamaci

e fissa con noi il tuo appuntamento.


SOLUTION LAB SRL | Tel. 0438 451687 | Conegliano (TV)

www.solutionlabsrl.com

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti